5 Domande sull’Aumento del Seno

1. IL CHIRURGO E’ SPECIALISTA CERTIFICATO IN CHIRURGIA PLASTICA?
Una volta che avete deciso di procedere con l’aumento del seno, la scelta del chirurgo è probabilmente la decisione più importante che dovrete prendere. La risposta alla domanda di cui sopra dovrebbe essere breve e cioè “Sì!” Se il chirurgo dice: “Io sono SPECIALISTA” (lasciando il termine chirurgo plastico fuori dalla definizione) o aggiunge una specializzazione diversa rispetto alla chirurgia plastica, significa che potrebbe essere specializzato in qualsiasi materia tra cui medicina interna, medicina di famiglia, Chirurgia Generale e Ostetricia / Ginecologia (in Italia l’obbligo di Specialità inerente c’è solo per Radiologia e Anestesia). Potete comunque verificare i titoli o sul sito dell’Ordine dei Medici della città in cui il medico esercita oppure sul sito di S.I.C.P.R.E. (Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica)

2. LA STRUTTURA CHIRURGICA E’ ABILITATA AL MIO INTERVENTO?
Sottoporsi ad un intervento chirurgico, compresa la chirurgia estetica elettiva, è una scelta che deve essere considerata con rispetto. Ci sono rischi sempre per qualsiasi intervento chirurgico, ed è perciò indispensabile che la struttura in cui ti appresti ad accedere sia certificata, ovvero abbia i permessi per erogare i servizi che richiedi, che assicura un’anestesista appropriato e attrezzature essenziali e che aderisca a criteri rigorosi per ridurre al minimo le infezioni e le complicazioni .. Molti medici cercano di attirare i pazienti con la “sicurezza” di anestesia locale, ma non è sufficiente.

3. QUALI FORMA E DIMENSIONE DEL SENO DEVO SCEGLIERE?
La discussione con il vostro chirurgo di scelta verterà sulla posizione, la forma e la dimensione dell’impianto. Allo stato attuale più del 90% delle protesi impiantate nel mondo sono al silicone altamente coesivo che offre i maggiori vantaggi per ciò che riguarda sicurezza, durata nel tempo e naturalezza di risultato (anche alla palpazione). Il vostro chirurgo poi vi spiegherà, a seconda del vostro obiettivo e delle vostre caratteristiche personali, quale posizione e quale dimensione sarà idonea a raggiungere il risultato desiderato.

4. QUANTI GIORNI DI RECUPERO SARANNO NECESSARI?
L’operazione di aumento del seno dovrebbe richiedere meno di un’ora e molte volte può durare un minimo di 30 a 40 minuti in anestesia generale. Ciò significa che, accoppiato ad accurate tecniche chirurgiche, il gonfiore e i lividi dovrebbero essere modesti e il recupero più veloce rispetto agli anni passati. La maggior parte dei pazienti assumeranno farmaci per il dolore per 3-4 giorni, ma potranno tornare al lavoro in meno di una settimana, purché il loro lavoro non richieda una significativa attività fisica. Un intenso esercizio fisico dovrebbe essere evitato per circa un mese dopo l’intervento chirurgico.

5. QUANTO TEMPO DURANO LE PROTESI MAMMARIE?
Le protesi mammarie al silicone di oggi sono molto resistenti e dovrebbero durare molti anni. Nessun impianto, se si tratta di una protesi mammaria, protesi al ginocchio o protesi dell’anca, durerà tutta la vita. Una volta guariti, il chirurgo sarà sempre felice di vederti nel follow-up che servirà anche per constatare il deterioramento della protesi. Se non si riscontrano problemi, non vi è alcun motivo per cambiare gli impianti, anche se alcuni pazienti decidono di cambiare gli impianti ad un certo punto dopo gravidanze, variazione di peso o preferenze personali. L’aumento del seno ha un altissimo tasso di soddisfazione e le pazienti amano la loro ritrovata fiducia e il divertimento che hanno nei loro nuovi costumi da bagno!

Per approfondire vedere anche l’articolo Cosa sapere sulle Protesi Mammarie